Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
25 agosto 2012 6 25 /08 /agosto /2012 16:08

 

varie-2-0072.JPGGuido Zentile* - A qualche anno dalla dichiarata dismissione istituzionale della “Pluto”, eccola lì l'altro pezzo del complesso delle basi militari USA che allietano il territorio vicentino; rinnovata, tinta di verde, illuminata di notte, si erge a vista d'occhio sulla collina sovrastante Longare. Altro che dismissione, come più volte affermato, quella base non è mai stata dismessa, anzi ne è diventata il centro addestramento USA, e qualche volta anche della Gendarmeria Europea.

Pluto (Longare), San Gottardo, Santa Tecla, Fontega, Ederle, Dal Molin …..., residence, college …..., quanti pezzi di Vicenza (e dintorni) dovremmo ancora regalare agli USA e al loro imperialismo militare? Non ci si venga a propinare che sono opere per difesa nazionale, e che “gli americani” i porta schei.

Ci si rende conto, o no, che Vicenza è diventata a tutti gli effetti una colonia USA? E poi, con il già iniziato arrivo di militari e civili (si stima che ospiteremmo, fra esistenti e nuovi, circa 18.000 statunitensi), non arriva il benessere economico, ma disagi sociali, dovuti alle problematiche che questi si portano appresso, a causa delle missioni di guerra e dal lavoro che essi svolgono. Rifondazione è da sempre contraria alla presenza delle basi americane e NATO in Italia, proprio per il loro significato politico. Ci accorgiamo però, che i vicentini, come sovente avviene (tranne qualche timido risveglio), sono dormienti e silenti (e purtroppo acconsenzienti) su quello che a loro accade attorno.

Non si tratta comunque, di futura costruzione (o ampliamento) della Pluto. La ristrutturazione della base è già iniziata circa tre anni fa con l'apertura del cantiere al “Dal Molin”, e ora è pressoché al termine.

Il Comitato Paritetico interverebbe ormai a piatti lavati. *Segretario Circolo “Carlo Giuliani” PRC-FdS - Vicenza nordest

Condividi post
Repost0

commenti