Overblog
Edit post Segui questo blog Administration + Create my blog
9 settembre 2012 7 09 /09 /settembre /2012 13:28

varie-2 0072Guido Zentile* - Anche il Circolo “Carlo Giuliani” di Rifondazione Comunista - FdS, Vicenza nordest, aderisce alla fiaccolata promossa dal Presidio Permanente, NO Dal Molin, per il 13 settembre.

A Vicenza, come in Italia, non devono essere più concessi luoghi per basi di guerra e imperialiste. Sì, perché le installazioni americane in Italia hanno il compito di controllare e disseminare il dominio e la morte in tutto il continente africano con influenza anche in quello medio-orientale, e anche al mondo intero.

A Vicenza, come in Friuli, la 173° brigata USA, ha necessità, al suo arrivo, non solo del Dal Molin, ma anche di aree, poligoni e delle nostre montagne e colline, come di quelle carsiche, simili al territorio afgano per addestrarsi alla guerra e alle incursioni. La Sicilia sarà usata come piattaforma radar e aeroporto per la partenza dei famosi droni, gli aerei senza pilota. La Puglia come la Campagna saranno usate come basi navali, con presenza dei sottomarini nucleari. La Sardegna è già un poligono di tiro.

E' ora di dire basta, l'Italia e Vicenza hanno già dato, hanno già pagato, ora gli spazi devono tornare al suo popolo, ai suoi cittadini, devono essere riconvertiti e gli americani se ne devono andare.

Le basi militari e le opere collaterali non portano lavoro, ma distruzione, disagio sociale e inquinamento. Non portano soldi alle popolazioni locali, ma arricchimento per i soliti noti: vedi Maltauro, Gemmo e CMC di Ravenna.

Non è vero che la presenza americana a Vicenza est o a Longare, come nel resto della città non rappresenta un problema. Basti pensare agli affitti esosi e alle giovani copie costrette a convivere con i genitori poiché non trovano casa (i proprietari preferiscono destinarle agli statunitensi); basti pensare ai problemi nei locali notturni, all'aumento del traffico e alla loro presenza mattutina in squadroni per il footing in giro per il territorio vicentino. E se Pluto fino ad ora, apparentemente, non crea problemi, questi ci saranno quando inizieranno gli addestramenti, con l'ausilio, falsamente simulato, delle armi chimiche.

Non si può regalare definitivamente, un altro pezzo di Vicenza agli Americani.

 

*Segretario del circolo “Carlo Giuliani” PRC-FdS - Vicenza nordest

 

Condividi post
Repost0

commenti